Suture in PTFE

Le suture in PTFE sono prodotti speciali che combinano la maneggevolezza tipica della seta all’inerzia e alla non capillarità batterica dei monofilamenti; accumulano poca placca e possono essere lasciate in sito più a lungo dei fili tradizionali. La gamma di suture in PTFE Cytoplast® viene offerta ad un prezzo più vantaggioso rispetto ad altri fili simili e chiude il differenziale economico che impediva ai fili in PTFE di essere impiegati in modo più routinario.

Caratteristiche della sutura ideale Sutura in PTFE Cytoplast®
Assenza o modesta memoria del confezionamento tick
Scorre bene nei tessuti tick
Confortevole e morbida per i pazienti tick
Mantiene la proprietà di chiusura del sito chirurgico tick
Biologicamente inerte, in modo che non da reazione
e diminuisce l’infiammazione lungo la linea di chiusura
tick
Monofilamento; assenza di capillarità batterica tick

Tutte le tutte le suture in PTFE Cytoplast® hanno aghi in acciaio 300, il gold standard per gli aghi da sutura. I test mostrano che gli aghi in acciaio 300 si piegano di meno perché vantano un significativo incremento nella resistenza, necessitano meno forza di penetrazione grazie al taglio iniziale e offrono una maggior durata dell’ago.

Avvertenza importante

Le suture Cytoplast®, in quanto composte di PTFE, contengono una percentuale di aria. Per questa ragione, come altre suture nello stesso materiale, non seguono la tradizionale classificazione USP.
Pertanto, sebbene sulla confezione sia riportata una corrispondenza con la classificazione ufficiale (es. USP 3-0), si avverte che un filo Cytoplast® classificato come es USP 3-0 ha un diametro inferiore a un filo tradizionale con la medesima classificazione. Si suggerisce di aumentare di un grado per avere un’idea più reale della diametro del filo.

Es . Cytoplast® classificato come USP 2-0 si avvicina ad un USP 3-0.